Change Language: it
Login
/
/
Il sito turistico ufficiale
della Città di Venezia
City of Venice
  • Il City Pass Ufficiale della Città di Venezia 
    PRENOTA  PRIMA E RISPARMIA!

    MAGGIORI iNFORMAZIONI

    Puoi risparmiare prenotando almeno 30 giorni prima dell'arrivo

    ACQUISTA ORA

Tu sei qui

Riguardare Venezia

RIGUARDARE VENEZIA

Scala Contarini del Bovolo
ph. Giorgio Bombieri - Comune di Venezia


RISPETTARE, RIGUARDARE, RIAMMIRARE VENEZIA, ATTRAVERSO NUOVI SCORCI, PROSPETTIVE SEMPRE DIVERSE

Venezia è un concentrato di meraviglie, dai suoi grandi musei alle calli più nascoste. Basta farsi guidare, naso all’insù, dal profilo di palazzi e chiese, per ritrovarsi tra rii silenziosi, campielli dove giocano i bambini, giardini segreti e botteghe piene di storia.

Angoli inediti e luoghi simbolo della città, da osservare e scoprire sempre di nuovo, da diverse angolature: una gondola sull'acqua, nel cuore di uno squero, uno sguardo dall'alto. Se scivolando a remi lungo i canali ci si immerge nei colori, nei suoni, nei profumi della vita quotidiana veneziana, si squaderna, dall'alto, l'immensa ricchezza artistica e architettonica della città, una città viva e produttiva negli ateliers e botteghe che ne attraversano il tessuto urbano; qui si incontrano i maestri artigiani veneziani, custodi della storia millenaria della Serenissima - gli squerarioli, per esempio, autori delle imbarcazioni in legno tradizionali della laguna.

Come mantenere intatta tutta questa bellezza? Avendo cura innanzitutto dell’ambiente naturale e dei beni artistici e architettonici di Venezia, sito Patrimonio dell'Umanità UNESCO: ognuno di noi può fare la propria parte anche con pochi semplici comportamenti come non abbandonare rifiuti, non imbrattare con scritte, disegni o lucchetti, non dar da mangiare ai colombi.
 

GUARDA VENEZIA DA TRE DIVERSE PROSPETTIVE



San Boldo
ph. @marino.gobita via Instagram


DALL'ACQUA, A REMI LUNGO RII E CANALI

Esplorare Venezia dall’acqua è forse il modo migliore per osservare anche i suoi angoli più nascosti. Per chi cerca una prospettiva insolita non può di certo mancare il giro in gondola o in sandolo lungo il Canal Grande e nel dedalo di rii interni. Un tour privato, a richiesta, si addentra anche nei canali più segreti e silenziosi, dove ammirare le caratteristiche porte d’acqua dei palazzi e le piccole corti accessibili soltanto dall’acqua.

Scoprire la laguna a remi (oppure anche a vela o con imbarcazioni ibride a basso impatto) è ecologico - perchè non si consuma carburante e non si inquina; è sostenibile - perché muoversi a remi invece che a motore non solleva sedimenti e non produce quel moto ondoso che danneggia rive e monumenti in città e le barene in laguna - ed è un modo autentico per sentirsi parte di questa città.

.




Basilica della Salute
ph. @zara_venice_guide via Instagram 


DALL'ALTO DI TERRAZZE E CAMPANILI

La vista più inedita e mozzafiato di Venezia si può cogliere dall'alto del campanile della Abbazia di San Giorgiosull’isola di San Giorgio Maggiore, o da quello della Basilica di Santa Maria Assunta sull’isola di Torcello, ma anche dal Belvedere della Scala Contarini del Bovolo oppure dalla Cupola della Basilica della Salute.

La terrazza più alta della città è invece quella di Palazzo Pisani, sede del Conservatorio di musica Benedetto Marcello di Venezia.

Tour guidati aprono le porte del palazzo al pubblico, un’occasione unica per esplorare i suoi tesori nascosti, come il piccolo Museo della Musica, dove sono conservati antichi strumenti musicali e alcuni curiosi cimeli wagneriani.




Maestro squerariolo
ph. Comune di Venezia


NEGLI SQUERI, DOVE NASCE L'ARTE DI COSTRUIRE GONDOLE

Barca xe casa, (la barca è casa) si è detto per secoli a Venezia. Ed è facile intuirne il motivo: questa è una città che è stata costruita per essere percorsa via acqua.

Oggi il legame con l’acqua è mantenuto vivo soprattutto dagli artigiani che restaurano e costruiscono le imbarcazioni a remi o a vela della laguna. La tradizione degli "squeri da sotil", i piccoli cantieri dove esperti maestri d’ascia fabbricano e riparano le barche in legno, è antica quanto Venezia, ed è ancora tutto - o quasi - come una volta, dallo Squero di San Trovaso a quello Tramontin, dallo Squero Casal ai Servi (ora sede dell'associazione Arzanà) a quello di San Isepo.

Oggi gli squeri tradizionali costituiscono un patrimonio di storia, di saperi e di conoscenze da tutelare e preservare.
 


Ti consigliamo…

  • salone nautico venezia

    SALONE NAUTICO VENEZIA

    Acquista online il merchandising ufficiale

     

    VISITA LO SHOP ONLINE

  • CONTRIBUTO DI ACCESSO A VENEZIA

    da Aprile a Luglio 2024, SOLAMENTE in alcuni giorni specifici

    MAGGIORI INFORMAZIONI

  • ACTV - TRASPORTO PUBBLICO A VENEZIA

    Acquisto biglietti per vaporetti e bus nella Città di Venezia
     

    MAGGIORI INFORMAZIONI

  • SCUOLA GRANDE DEI CARMINI

    Con il celebre soffitto con dipinti del Tiepolo

    MAGGIORI INFORMAZIONI