BOCOLO VIVENTE IN PIAZZA SAN MARCO

Il patrono di Venezia verrà festeggiato venerdì 25 aprile in piazza San Marco con un gigantesco “bocolo”.  

 

L’antichissima tradizione per la quale i veneziani ogni 25 aprile regalano alla propria donna un bocciolo di rosa, sarà ricordata grazie ad una performance senza precedenti che coinvolgerà più di mille persone. I partecipanti infatti andranno a realizzare un “bocolo” di una grandezza da record.

 

L’appuntamento è la tappa più importante del un più ampio “Venezia Rivelata”, progetto biennale ideato da Alberto Tosi Fei e Elena Tagliapietra in collaborazione con Vela Spa, e il supporto organizzativo di 2R Sport&Events.

 

Mentre l’artista Elena Tagliapietra coordinerà la creazione della rosa umana, lo scrittore Toso Fei effettuerà un flash-reading nel quale sarà raccontato la storia del “bocolo”.

E ai presenti che lo richiederanno verrà dipinta (con colori ad acqua atossici) una rosa rossa sul volto, creando così un emozionante facepainting.

 

Per partecipare alla performance collettiva come partecipanti o come volontari basta scrivere una email a veneziarivelata@gmail.com oppure compilare e inviare il coupon de ‘Il Gazzettino’ da domenica 30 marzo 2014.

 

Programma della giornata:

Ore 14: arrivo partecipanti

ORE 14.30: realizzazione foto

I partecipanti dovranno indossare abiti di colore rosso (per creare il fiore) e verde (per lo stelo e foglie). L’immagine effettuata dall’alto, ripresa dal campanile, darà un effetto particolarmente scenografico.

 

Alcuni suggerimenti ai partecipanti:

- indossare scarpe comode e senza tacchi

- essere puntuali e rispettare le indicazioni dei responsabili

- mantenere le posizioni indicate senza disturbare il lavoro di coordinamento in atto

- non portare bandiere di nessun tipo né indumenti con grandi loghi o marchi

- è possibile scattare foto o video, ma senza disturbare l’evento e senza allontanarsi dal proprio posto

- tenere i minorenni sotto stretto controllo e fare attenzione che non disturbino altre persone

- amici e parenti venuti con voi, ma non facente parti della performance devono allontanarsi dalla rosa per non rovinare l’effetto scenografico dall’alto