Change Language: it
  • English
  • Italiano
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский
/
CallCenter (+39) 041 24 24
Login
/
/
Il sito turistico ufficiale
della Città di Venezia
City of Venice

Tu sei qui

#EnjoyRespectVenezia: viaggio sostenibile alle isole della laguna

Consigli e indicazioni pratiche per un viaggio sostenibile alle isole della laguna

Venezia è tutta la sua Laguna, costellata da un arcipelago di Isole, piccole e grandi, alcune famosissime, altre completamente sconosciute, custodi di storia, capolavori d’arte e bellezze naturali. Dedica una buona parte del tuo soggiorno a conoscerle, ognuna di esse saprà sorprenderti con le sue antiche tradizioni e le produzioni artigianali uniche.

  • Organizza per tempo il tuo viaggio alle isole della laguna: evita le giornate in cui è prevista una maggiore affluenza di visitatori per non fare code camminando, in ingresso ai musei, sui mezzi pubblici e in accesso ai parcheggi. Conoscere in anticipo la stima dei visitatori previsti a Venezia ti aiuta a vivere un’esperienza di viaggio più appagante e insieme sostenibile per la Città. Solitamente il numero dei visitatori nell’arco della settimana tende ad aumentare tra venerdì e domenica, e diminuisce nei giorni infrasettimanali. Consulta il Bollettino del Turista e scegli nel calendario appositamente studiato dalla Città di Venezia le giornate in cui è prevista una minore affluenza di visitatori: potrai così evitare di fare code camminando, in ingresso ai musei, sui mezzi pubblici e in accesso ai parcheggi.
  • Trattieniti a Venezia il più a lungo possibile, per avere il tempo di conoscerla veramente, esplorarla senza fretta, non semplicemente attraversandola ma soffermandoti anche nei luoghi spesso meno conosciuti.

Prodotti agroalimentari locali e piatti tipici della cucina veneziana

  • Conoscere Venezia vuol dire anche assaggiare i sapori e riconoscere gli odori della sua tavola e sperimentare le specialità e i piatti tipici della tradizione lagunare. Ad esempio il baccalà mantecato, che a Venezia non è il merluzzo salato ma lo stoccafisso, entrato a pieno titolo a far parte della cucina tradizionale veneziana; le moeche, teneri granchi della laguna di Venezia; le castraure, i primi tenerissimi germogli di carciofo violetto di Sant'Erasmo, una prelibatezza conosciuta da pochi, disponibili solo per 15 giorni all'anno.
  • I Veneziani amano rifornirsi al mercato di Rialto e negli altri mercati rionali delle migliori produzioni agroalimentari di tutto il territorio veneziano, come gli asparagi di Giare, il miele di barena, il vino fatto con l'uva Dorona, vitigno autoctono di Venezia, e il vino di Lison Pramaggiore, i formaggi locali oltre alle numerose primizie locali. Fra tutti gli ortaggi, i più amati dai Veneziani sono i deliziosi carciofi violetti coltivati sull’isola di Sant'Erasmo, una varietà locale dal gusto inconfondibile, ingrediente principe di tantissime ricette. Ma l'isola è famosa anche per la bontà di cardi e asparagi e non ultimo per le sue vigne. Ogni seconda domenica di maggio sull’isola si celebra la Festa del Carciofo Violetto di Sant’Erasmo, occasione unica per gustare l'originale sapore di questi carciofi dal colore viola intenso, scoprire sulle bancarelle dell'agrimercato i freschissimi prodotti ortofrutticoli locali. La prima domenica di ottobre gli abitanti di Sant'Erasmo accolgono l'autunno con la tradizionale Festa del Mosto. Da non perdere le degustazioni di prodotti tipici, la mostra mercato dei prodotti ortofrutticoli dell'isola, la pigiatura dell'uva e l'assaggio del mosto.

Vademecum per navigare in laguna

  • Tutti i natanti con motorizzazione superiore a 10hp che navigano nella laguna di Venezia devono essere censiti: se non immatricolati devono essere sottoposti ad una "immatricolazione locale" che può essere temporanea o definitiva e che comporta il rilascio di un documento e dei contrassegni (LVxxxxx). Procedura, modulistica e costi sono reperibili sul sito della Regione Veneto seguendo >mobilità e trasporti> targhe natanti.
  • In tutti i canali esistono dei limiti di velocità compresi fra 5 e 20 Km/h (attenzione, non nodi). La relativa indicazione è sempre apposta all'inizio di ogni canale;
  • Nelle acque marittime portuali e nei canali di grande navigazione, la navigazione a vela è consentita con limitazioni nel diritto di precedenza e nella possibilità di "bordeggiare". Nella bocca di porto di Chioggia è stata talvolta interdetta con specifica ordinanza.
  • Esistono tre ampie zone lagunari (chiamate zone blu): una nella laguna nord, una in quella sud-ovest e una nelle adiacenze dell'isola di Sant’Erasmo, dove esistono limitazioni alla navigazione (larghezza max 2.30 mt per barche a motore);
  • I canali interni di Venezia, Murano e Burano sono navigabili solo dagli autorizzati;
  • Non è consentito ormeggiarsi ai pali segnaletici;
  • La navigazione fuori dai canali segnalati è consentita con limitazioni.

A questa pagina del sito istituzionale della Città di Venezia si trova tutta la normativa che riguarda la circolazione acquea: www.comune.venezia.it/content/normativa-circolazione-acquea
Nel sito web dell'Atlante della Laguna di Venezia si trovano indicazioni su limiti di velocità ed aree blu in laguna: www.silvenezia.it/?q=node/162
Per ulteriori informazioni, sono disponibili online le ordinanze relative alla viabilità e mappe della laguna: www.comune.venezia.it/it/content/gestione-traffico-acqueo

Tour con una guida turistica abilitata

  • Per esplorare e conoscere le isole e la laguna di Venezia, puoi affidarti ad una guida turistica abilitata, capace non solo di mostrarti le straordinarie testimonianze artistiche del passato delle isole della laguna, ma anche di narrarti le storie di questi luoghi, e di parlarti del presente, della società, del dialetto, della cucina e delle tradizioni.
  • Ricerca le guide e gli accompagnatori turistici abilitati: www.veneto.eu/uffici-informazioni-turistiche oppure www.turismo.provincia.venezia.it

Torna al sommario di Detourism Magazine - speciale Le isole della laguna


 

ATTENZIONE :A seguito dell’emergenza epidemiologica e nel rispetto delle ordinanze della Regione del Veneto, TUTTI I MUSEI e STRUTTURE CULTURALI DI VENEZIA rimarranno chiusi al pubblico da lunedì 24 febbraio a domenica 1 marzo 2020 compreso.
Si ricorda che:
-          I biglietti delle strutture museali acquistati attraverso Venezia Unica sono a data aperta, possono essere utilizzati entro 24 mesi dall’acquisto e sono cedibili a terzi.
-          Per quelle strutture che richiedono invece la data di fruizione (Collezione Peggy Guggenheim, Fondazione Cini e Casa Museo Andrich), è possibile inoltrare domanda di rimborso attraverso il form online

 


Ti consigliamo…